Cerca
  • peruresponsabile

A Cahuachi con le mani nella storia (prima parte)

Cahuachi
Nella soleggiata e caotica città di Nasca il cielo è quasi sempre limpido. Le nuvole che per diversi mesi l'anno fanno ombra su gran parte della costa nei dintorni di Lima, qui vengono mangiate dal caldo secco del deserto.

In quest'angolo di Perù, famoso per via della presenza dei resti della civiltà Nasca tra cui le celebri Linee, esiste un posto dove storia, scienza e calore umano sono di casa. Si tratta del Museo Archeologico Antonini, il più importante museo della regione di Ica, al cui interno è possibile ammirare pezzi unici al mondo rinvenuti in gran parte durante gli scavi del vicino Centro Cerimoniale di Cahuachi. Nel museo ci passo una settimana, il minimo indispensabile per visitare i principali luoghi di interesse nei dintorni della città. Non sono lì in veste di turista, ma per aiutare la direzione dell'Antonini a organizzare dei pacchetti di turismo archeologico con cui finanziare l'attività del campo di Cahuachi dove, con caparbietà e dedizione, gli archeologi italiani del Cisrap e i loro colleghi peruviani scavano nella sabbia del deserto da oltre 30 anni.


I primi giorni della mia permanenza vanno via attraversando in auto, una Mitsubishi 4x4 dei primi anni 90, le valli e le gole tra Nasca e Palpa. Ho la fortuna di viaggiare accompagnato dal Prof. Giuseppe Orefici, archeologo di fama internazionale e responsabile degli scavi del progetto Nasca, dalla cui voce apprendo i nomi dei luoghi e delle culture che hanno abitato questa zona negli ultimi duemila anni.


Ascolto il professore con attenzione e con morbosa curiosità, cercando di imprimere nella testa il maggior numero di informazioni possibile. Ho sempre avuto una passione sopita per l'archeologia, e ora - faccio fatica ancora a realizzarlo - ho la possibilità di visitare un sito accompagnato da chi ha speso la sua vita per sottrarlo alla sabbia e all'oblio. Un'esperienza elettrizzante, che ti riempie la vita, di quelle che ti porti appresso negli anni a venire. Di quei giorni ricordo bene la visita ai geoglifi di Santa Cruz e di LLipata, le linee dell'orologio solare di Sacramento, la città perduta di Huayurí e gli acquedotti di Cantalloc, siti che contribuiscono a fare di questa zona una di quelle più importanti di tutto il Perù dal punto di vista storico. Ma più di ogni altra cosa ricordo la "mia" scoperta di Cahuachi, il più grande centro cerimoniale in Adobe della storia con i suoi 24 km2 di estensione, oggi visitabile proprio grazie al lavoro del Prof. Orefici che allo studio di queste resti ha dedicato buona parte della sua vita. Il viaggio verso Cahuachi inizia la mattina presto, quando il sole è ancora basso e indulgente. Poco prima di salire in macchina mi rendo conto di non essere pronto per affrontare la giornata. No, non si tratta di eccessiva emozione, ma della mancanza, a causa della mia inesperienza, di piccoli accorgimenti di natura pratica. Non indosso scarpe aperte, la soluzione più comoda quando si cammina nel deserto. Non ho protetto le porzioni di pelle scoperta con crema solare, ne pagherò le conseguenze a fine giornata. Non porto con me un cappello, che imperdonabile leggerezza. In compenso carico due macchine fotografiche, una videocamera, uno smartphone e un taccuino!! Sono gli strumenti del lavoro, certo, ma mi sento lo stesso come un pesce fuor d'acqua in quel contesto, e continuo a pensare che forse mi sentirei più a mio agio con un cappello sulla testa, magari un bel Fedora scamosciato, e una pala poggiata su una spalla.. Continuo a indugiare in questi pensieri quando il professore mi richiama all'attenzione dicendomi che è ora di salire in macchina. D'un colpo tutto cambia, e quella sensazione di disagio lascia il posto all'eccitazione che inizia a montare. 20 km di dune mi separano dalla Grande Piramide, lì, nel deserto, dove tre secoli dopo Cristo i Nasca decisero deliberatamente di seppellirla, forse, per nasconderla all'avazata colonizzatrice degli Huari e preservarne nel tempo la sua imponenza e il suo splendore. Continua..


Davide Viola

#archeologia #peru #practicaperu #cahuachi #nasca #museoantonini

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
stage in peru e volontariato in peru
  • Facebook Clean
  • Pinterest Clean
  • Twitter Clean
  • Google+ Clean